Pagina iniziale / Gestione del Personale / Trattenere i Talenti / Come introdurre contratti di lavoro flessibili?

Come introdurre contratti di lavoro flessibili?

Come introdurre contratti di lavoro flessibili?

Preservare e mantenere uno staff motivato rappresenta il vero dividendo per ciascuna azienda. Sono sempre di più le aziende che cercano di ridurre i costi e di aumentare l'efficienza a partire dalle risorse a disposizione, mentre il governo dal canto suo prova costantemente a promuovere orari di lavoro più flessibili.

Ma il lavoro flessibile è un'opzione praticabile per le aziende? Con opzioni quali la combinazione di orari compressi, job sharing e turni, distaccamento dello staff di altre aziende o addirittura interruzioni di carriera, rappresenta un ambito che richiede una profonda considerazione dal parte di ogni azienda.

L'azienda può trarre vantaggio dal lavoro flessibile
I sostenitori del lavoro flessibile sono dell'opinione che anche durante periodi di flessione le aziende che adottano pratiche di lavoro flessibile possono scoprire che non si tratta di una pura strategia di compromesso. Può infatti portare a miglioramenti delle motivazioni dello staff, ad assunzioni e mantenimenti, maggiore soddisfazione dei clienti, aumento della produttività, riduzione delle malattie e maggiore efficienza dei costi.

Con la crescita del numero delle aziende che offrono politiche di lavoro flessibile, ci si può rendere conto che ciò ti renda un datore di lavoro di elezione, che attrae la forza lavoro dotata di più skill e più diversificata.

Considerazioni sul lavoro flessibile
Nonostante i sui vantaggi apparenti, il lavoro flessibile non è semplicemente un'avventura in cui buttarsi. Occorre un approccio attentamente calibrato per ottenere una transizione positiva e senza scossoni. Tali considerazioni includono la stima anticipata:

  • Quanto sarà interessata la qualità del servizio?
  • Quale sarà l'impatto sui servizi forniti?
  • Qual è l'orario principale che desideri far osservare ai tuoi impiegati?
  • Quali saranno gli indici di successo e come saranno monitorati?
  • Quali saranno le apparecchiature necessarie per i telelavoratori?
  • Quale sarà l'impatto per gli impiegati che non desiderano aderire al lavoro flessibile?
  • Quali saranno i vantaggi per i clienti?

Implementazione del lavoro flessibile
Dopo aver dato una risposta a queste domande, ci sono altri ostacoli da superare prima di implementare la nuova procedura:

  • Opinione favorevole del comitato direttivo – Il primo passo sarà il sostegno e l'accordo ai livelli più alti. Convinci il CEO e il comitato direttivo dei vantaggi aziendali.
  • Opinione favorevole dello staff – Sarà quasi automatico, si tratta di un processo forzato, senza consultazione precedente. Prendetevi del tempo per scoprire ciò che desiderano esattamente i dipendenti.
  • Ispira i manager – I manager possono sospettare che si tratti sono di una vacanza camuffata. Assicurati che comprendano i vantaggi e ispirali a motivare il loro entusiasmo e a incoraggiare la fiducia nella flessibilità di lavoro dei dipendenti.
  • Parti con un progetto pilota. Sintonizza la tua politica sui primi tre-sei mesi. Stabilisci con chiarezza dal principio che si tratta del periodo pilota e che le cose possono cambiare se è necessario per l'azienda. Incoraggia i feedback da parte dei manager e dello staff.
  • Introduci linee guida – Esponi in dettagli quanto appreso nel corso del periodo pilota in un set semplice di regole per evitare la confusione e prevenire l'insorgenza di problemi futuri.
  • Rivedi regolarmente – Rivedi i progressi rispetto agli obiettivi e metti in atto le modifiche necessarie che ti consentano di continuare senza problemi.

Se sembra solo tanto lavoro per risultati discutibili, ricorda che il lavoro flessibile ben implementato può aiutare non solo in modo passivo la tua azienda a uscire dalla recessione, ma anche migliorare attivamente le prestazioni.