Pagina iniziale / Mercato del Lavoro / Trend del mercato del lavoro / Estate al lavoro: 5 benefit a costo zero da offrire subito al tuo staff

Estate al lavoro: 5 benefit a costo zero da offrire subito al tuo staff

Estate al lavoro: 5 benefit a costo zero da offrire subito al tuo staff

Impantanate nelle logiche stringenti da turn-over obbligato, messe a dura prova dalla costante ricerca dell’equilibrio del piano ferie e alle prese a ritmi quotidiani col campo minato di congedi parentali e permessi straordinari, con l’estate, per le aziende italiane di ogni latitudine, comincia pure la più delicata delle sfide: alleggerire i carichi di stress da lavoro estivo mantenendo produttivi i mesi tra i più complicati dell’anno.

Ma dietro quella che vista da qui sembra la madre di tutte le insidie nella gestione delle risorse umane, promette invece di nascondersi una tra le opportunità più ghiotte per offrire linfa nuova all’attività estiva dei dipartimenti e perfino gettare le basi per una diversa organizzazione del lavoro in azienda.

Selezionate tra le tecniche già in uso nelle imprese mondiali più sensibili al tema della qualità delle condizioni di lavoro dei propri dipendenti, ecco dunque cinque soluzioni a costo (quasi) zero per ricordare ai dipendenti che c’è qualcosa di peggio, in estate, che lavorare: lavorare male.
 

Uno: offrite un fresco ristoro quotidiano.

Offrire ai propri dipendenti un piccolo rinfresco quotidiano a base di frutta (o gelati) e bevande rinfrescanti è un ottimo stratagemma per concedere loro una pausa dalla scrivania e permettergli così di “staccare” giusto il tempo di una bibita, magari in compagnia di un collega, prima di rimettersi al lavoro. Alcune aziende aprono a questo tipo di benefit prevedendo una forma irrisoria di contributo da parte degli stessi dipendenti. Può essere una soluzione.

Due: suggerite un abbigliamento rilassato il venerdì.

Lavorare il lunedì, d’estate, è un problema. Farlo il venerdì, una tragedia. Per questo molte aziende, con l’inizio della bella stagione, comunicano ai propri dipendenti una certa – diciamo così -  maggiore tolleranza sull'abbigliamento del giorno che anticipa il weekend.

 

Tre: permettete il lavoro da remoto.

In un mondo sempre più connesso, dove tutto è tecnologico, mobile e digitalmente connesso, molte aziende grandi e piccole stanno sperimentando sulla propria pelle i benefici indiretti del lavoro da remoto per i propri dipendenti. Offrire un benefit di questo tipo (specie all’inizio o alla fine della settimana) promette di giovare molto al benessere del dipendente. E quindi, statistiche alla mano, alla sua produttività.

 

Quattro: istituite in ufficio la “Giornata lavanderia”.

Oltre all’atto in sé, l’altro aspetto negativo del lavoro d’estate è che ogni piccola ma necessaria attività extra professionale costa il doppio in termini di energie investite. Pensare alla cura della propria tenuta da lavoro non sfugge affatto alla regola. Per questo, istituire una Giornata lavanderia una volta a settimana e alleggerire i dipendenti di questa incombenza è risultato in molti casi un benefit molto apprezzato nelle aziende.

 

Cinque: offrite loro la cena (o la spesa).

Non c’è niente di peggio, dopo una giornata di lavoro chiusa con alcune incombenze domestiche o familiari, doversi fare carico anche della cena. Una volta a settimana, fate recapitare in azienda il pasto che i vostri dipendenti vi avranno indicato, selezionandolo da un elenco di portate che gli avrete sottoposto dalla mattina. Oppure fate loro una spesa: vestite per un giorno i panni del contadino a chilometri zero e fate recapitare a fine giornata per ciascun dipendente un cesto con frutta o verdura. Ma rigorosamente di stagione.