Pagina iniziale / Gestione del Personale / Trattenere i Talenti / Come ridurre il turnover dello staff?

Come ridurre il turnover dello staff?

Come ridurre il turnover dello staff?

Ti sei impegnato a fondo per trovare il giusto mix di persone per l'azienda, e il tuo ultimo desiderio è quello di vederle andar via.

Il processo di recruitment è solitamente dispendioso in termini di tempo e denaro, quindi quanto più riesci a mantenere lo staff, tanto più sarà meglio.

Tipi di turnover
Dare un'occhiata alle tendenze del periodo trascorso il quale i dipendenti lasciano l'azienda può risultare utile per comprendere il perché dell'allontanamento e per impegnarti a far sì che non accada in futuro

  • Turnover stagionale – in cui si vede che i dipendenti si allontanano in determinati periodi dell'anno, ad esempio dopo periodi intensi di vendita. Tutto questo è spesso collegato a dipendenti i cui salari sono basati su commissione, poiché cercano di seguire ambienti e mercati in cui riescano a preservare le opportunità di guadagno.
  • Turnover di responsabilità – spesso potrai trovarti in un ciclo di lavoro in cui una volta che il dipendente si è stabilito nel suo lavoro, decide di allontanarsi, poiché non può avanzare all'interno dell'azienda.
  • Esodo di massa – è lo scenario della situazione peggiore per un'azienda, quando un gran numero di dipendenti decide di dare contemporaneamente il preavviso. Ciò può essere dovuto a un nuovo manager con cui il team non riesce a trovare affinità, una controversia sui salari con un sindacato, o storie di potenziali problemi finanziari del settore riportati dai media.

È possibile minimizzare
Molti dei fattori in questione sono fuori controllo, tuttavia è possibile mettere in atto alcune pratiche che consentano di minimizzare il turnover dello staff.

  • Miglioramento del recruitment – assumi le persone per le necessità attuali o per il futuro? Cerca di assumere persone flessibili e in grado di soddisfare il cambiamento delle esigenze dell'azienda nel corso del tempo.
  • Comunica con i dipendenti – non c'è niente di più imbarazzante per i dipendenti che un'aura di segretezza in azienda. Mostrati aperto con i dipendenti, condividi la visione del futuro e fai loro sapere quanto rientrano negli obiettivi complessivi.
  • Ascolta i dipendenti – incoraggia i dipendenti a formare un gruppo di discussione, per le questioni che sono importanti per loro e fai in modo che abbiano rappresentanti che possano riportare al team di gestione. Non potrai raccogliere tutti i suggerimenti, tuttavia è importante dar loro almeno la piena considerazione. Dovresti inoltre cercare di condurre indagini anonime, che ti consentano di comprendere i sentimenti "reali" dei dipendenti.
  • Aumenta i benefit – gli aumenti di stipendio sono sempre ben accetti dai dipendenti, tuttavia sono altre le mosse che puoi mettere in atto per migliorare il morale generale del luogo di lavoro. Cerca di correlarle ai problemi che pensi che l'azienda subisca, per esempio se pensi che l'equilibrio vita lavorativa-vita privata sia un fattore di rischio, offri un giorno di ferie in più all'anno.
  • Lodali – fai sapere regolarmente ai tuoi dipendenti che sono membri di valore dell'azienda. Potrai raggiungere questi scopi mettendo in atto una gara "Dipendente della settimana" oppure aumentando gli incentivi al raggiungimento degli obiettivi. Sii attento tuttavia a distribuire equamente le lodi, altrimenti correresti il rischio di gelosie verso gli eletti.
  • Addestramento e sviluppo dello staff – piani di sviluppo regolari dimostrano ai dipendenti che pensi al loro futuro. Assicurati che i manager tengano riunioni 1-2-1 regolare con i membri dei loro team per discutere i sentimenti verso il lavoro, il futuro e la sensazione generale relativa all'ambiente di lavoro.
  • Eventi sociali – le aziende di maggiore successo sono spesso quelle che riescono a instaurare un buon livello di cameratismo tra i colleghi. La linea tra il fornire opportunità di incontri esterni al lavoro per i dipendenti e il "divertimento forzato" è sottile, tuttavia coinvolgere i dipendenti nei processi di pianificazione contribuirà a creare eventi ai quali desidereranno di partecipare davvero.

Reazione al momento opportuno
Sebbene il turnover regolare sia qualcosa prevedibile e preventivabile, ci saranno alcune dimissioni che scuoteranno l'azienda. Sarà proprio questo il momento di mettere in atto le abilità di negoziazione. Quando qualcuno ha preso la decisione di andar via è spesso meglio lasciarlo andare, tuttavia se pensi che sia indispensabile per l'azienda devi provare a fermarlo.

Scopri innanzitutto il perché. Stanno andando via per una nuova opportunità alla quale è impossibile rinunciare? È solo per soldi? Lasciano il lavoro per andare a fare volontariato in Africa? Devi analizzare le loro ragioni e fare quanto puoi per fargli cambiare idea.

Se non riesci a persuaderli a rimanere, pianifica un colloquio di uscita con tutti color che lasciano l'azienda. Otterrai opinioni oneste sul funzionamento dell'azienda e scoprirai sicuramente qualcosa che ti potrà far prevenire perdite future.

Piuttosto che ridurre il turnover dello staff, ci sono occasioni in cui desideri incoraggiare qualcuno ad andar via. Se le persone che lavorano con te da molto tempo mancano di idee nuove e innovative, è tempo di ravvivare l'ambiente. Ma cosa fare quando non c'è spazio, né risorse per assumere nuovi dipendenti?

Sicuramente non desideri entrare nelle torbide acque del licenziamento costruttivo, tuttavia ci sono alcune mosse per far comprendere alle persone che i tempi sono maturi. Piuttosto che diminuire le responsabilità, alloca il nuovo lavoro a qualcun altro. Le persone si annoiano molto rapidamente quando il lavoro è in fase di stallo.