Pagina iniziale / Gestione del Personale / Trattenere i Talenti / Apprendistato professionalizzante, formazione esclusivamente aziendale

Apprendistato professionalizzante, formazione esclusivamente aziendale

Apprendistato professionalizzante, formazione esclusivamente aziendale

L'Accordo interconfederale 9 febbraio 2010 definisce nozione e contenuti della formazione esclusivamente aziendale, le modalità di riconoscimento della qualifica professionale ed i criteri per la registrazione nel libretto formativo.

L'accordo, siglato da Confapi con Cgil, Cisl e Uil, attua quanto previsto dall'art. 49, comma 5-ter, del D.Lgs. n. 276/2003, che prevede che in caso di formazione esclusivamente aziendale i profili formativi dell'apprendistato professionalizzante sono rimessi integralmente ai contratti collettivi (nazionali, territoriali o aziendali) ovvero agli Enti bilaterali, che definiscono la nozione di formazione aziendale, ne determinano la durata e le modalità di erogazione, le modalità di riconoscimento della qualifica professionale e la registrazione nel libretto formativo.

Per "formazione esclusivamente aziendale" si intende la formazione interamente gestita dall'azienda, anche esternamente tramite soggetti terzi, purché sia quest'ultima a dirigerne lo svolgimento e purché tale formazione non implichi finanziamenti pubblici. L'Accordo andrà recepito e implementato nei singoli contratti collettivi nazionali di categoria.

Le aziende che stipulano nuovi contratti di apprendistato professionalizzante prima di detto recepimento, applicano l'Accordo stesso a condizione che il piano formativo individuale non sia in contrasto con i contenuti, le declaratorie e mansioni previste dal contratto di categoria.

Le aziende che hanno in essere contratti di apprendistato professionalizzante, possono modificare il piano formativo individuale adeguandolo a quanto previsto dall'Accordo in oggetto, d'accordo con l'apprendista e con le OO.SS. territoriali.

Le Parti si impegnano a sottoscrivere entro il 30 giugno 2010 un'apposita intesa per l'applicazione dell'apprendistato per l'alta formazione.

  • Parere di conformità

    Entro il termine di comunicazione di assunzione dell'apprendista al Centro per l'impiego, l'azienda comunica il piano formativo individuale all'Ente bilaterale, che deve esprime un parere di conformità al contratto collettivo di categoria.

  • Durata e contenuti

    I singoli contratti collettivi nazionali di categoria definiscono la durata del contratto di apprendistato, la durata della formazione (monte ore annuo) e la suddivisione tra formazione trasversale e di base e formazione professionalizzante. I contenuti della formazione dovranno essere coerenti con il conseguimento di una delle qualifiche presenti nelle declaratorie del contratto di categoria.

  • Formazione interna e/o esterna
    Per "capacità formativa interna" si intende la presenza in azienda di risorse umane e materiali idonee a trasferire competenze: l'azienda deve dichiarare nel piano formativo di possedere competenze adeguate (sia per la formazione trasversale e di base che per la formazione professionalizzante).
    Nelle imprese fino a 15 dipendenti, il datore di lavoro può svolgere la funzione di tutor; nelle imprese con oltre 15 dipendenti il tutor può essere un soggetto interno, che deve avere una qualifica professionale superiore a quella che l'apprendista dovrà raggiungere alla fine del contratto ovvero un soggetto esterno, localmente accreditato alla formazione ai sensi della legislazione regionale.

  • Erogazione della formazione
    La formazione trasversale e di base può essere erogata almeno per i 2/3 dall'Ente bilaterale, con le seguenti modalità esemplificative: lezioni in aula, seminari, esercitazioni singole o di gruppo, testimonianze, visite aziendali, distribuzione di dispense, proiezione di filmati audio/video, formazione a distanza, strumenti e-learning.
    La formazione professionalizzante, che non può essere somministrata dall'Ente bilaterale, utilizza l'apporto del tutor.

  • Attestazione della formazione

    Alla fine del contratto di apprendistato, il datore di lavoro attesta la formazione ricevuta e comunica al lavoratore ed all'Ente bilaterale l'acquisizione della qualifica.

  • Libretto formativo
    La formazione erogata viene registrata sul libretto formativo del cittadino. In mancanza, valgono appositi supporti informatici o fogli firma.

Accordo interconfederale 9/2/2010

Tratto da: Il Quotidiano Ipsoa