Skip to main content

Lettera di presentazione: cosa è meglio evitare

Lettera di presentazione: cosa è meglio evitare

Dopo aver approfondito il valore dello strumento della lettera di presentazione e aver letto alcuni suggerimenti sui contenuti che non devono mancare, vediamo quali sono le espressioni da evitare e le dimenticanze più comuni.

Ancora una volta ribadiamo l’importanza della rilettura e della correzione, in cui verificare:

  • gli eventuali errori grammaticali, di sintassi o di ortografia: il linguaggio usato deve essere scorrevole e lineare (attenzione alla coerenza dei modi verbali);
  • gli errori di punteggiatura e di battitura;
  • dimenticanze relative ai dati personali, le informazioni sull’Azienda, le intestazioni, la data;
  • parlare sempre in prima persona;
  • l’autorizzazione al trattamento dei dati personali (d. lgs. 196/2003): anche se riportata nel Curriculum, è sempre ben accetta.

Frasi come “Essere inserito nel vostro organico corrisponde alla massima delle mie aspirazioni professionali" o "desidero crescere professionalmente attraverso la Vostra Azienda, leader del settore ecc." rischiano di essere controproducenti. Se l'Azienda è leader del settore non ha bisogno della nostra conferma; per contro, se sa di non esserlo, potrebbe sembrare un’inutile adulazione.

Presentare se stessi e i propri obiettivi professionali è lo scopo principale della lettera ma bisogna cercare di non essere ripetitivi (ad esempio dosando gli aggettivi realtivi alle proprie qualità e competenze). Altro elemento importante è l’oggetto della lettera di presentazione che deve essere breve, chiaro e privo di termini superflui; tuttavia, scrivere “Autocandidatura” o “Candidatura per Nome Posizione” è meglio che un semplice “Invio CV”.

In ultima analisi, è fondamentale non cadere nella banalità. Un candidato non motivato, con un approccio superficiale e perlopiù materialistico verso l’offerta di lavoro non avrà l’attenzione del selezionatore. Lo spirito giusto è quello di dimostrare di desiderare che ci sia data un’opportunità e di volerla cogliere.

La lettera di accompagnamento ha l’obiettivo di spiegare che crediamo nella nostra candidatura e che abbiamo fondate ragioni di credere nell’Azienda, perché magari proprio quell’offerta di lavoro potrebbe essere l’occasione giusta per noi.


 

Crea un Account su Monster.it
Iscriviti subito e compila tutti i campi del profilo.
Maggiori informazioni inserirai, maggiori saranno
le possibilità di farti trovare dalle aziende!

iscriviti

Back to top