Quali competenze professionali devo mettere nel CV?

Quali competenze professionali devo mettere nel CV?

Le competenze professionali da mettere nel CV

Il tuo CV dovrebbe innanzitutto sintetizzare le tue competenze. Sulla carta dovrebbero essere legate esclusivamente alle tue esperienze lavorative ma, siccome non è sempre possibile, puoi provare a metterle in relazione anche a situazioni extraprofessionali.

 

 

Per semplificarci la vita, abbiamo raggruppato tutte le competenze-chiave in 3 categorie:

  • Competenze trasferibili. Queste sono acquisite in un ambito lavorativo, ma possono essere trasferite in diverse aree aziendali.
  • Competenze tecnico-professionali. Sono abilità caratteristiche di una particolare area aziendale/commerciale e quindi necessitano di una formazione o addestramento specifici.
  • Competenze adattive. Sono aspetti poco identificabili e difficili da quantificare che si basano più su tratti individuali della personalità che su una formazione specifica.

Analizziamole nel dettaglio per vedere come includerle nel tuo CV.

Esempi di competenze professionali: competenze trasferibili

Ognuno di noi possiede alcune competenze trasferibili, anche se non lo sa. Il tuo attuale datore di lavoro potrebbe non riconoscere che le competenze che hai acquisito sono trasferibili per non spingerti a pensare che potrebbero anche essere utilizzate altrove.

Fra le competenze trasferibili più comuni ci sono:

  • Abilità di lettura e scrittura, vale a dire capacità di riassumere delle informazioni scritte e ripresentarle in un nuovo documento.
  • Competenze informatiche. La capacità di utilizzo del PC e di molti software è una competenza trasferibile.
  • Management. Chi ha sviluppato competenze da dirigente può trasferire questa esperienza in altre aziende.
  • Competenze commerciali, vale a dire chi sa gestire il fatturato, entrate-uscite e che possiede un acume per gli affari, una dote molto ricercata nel settore finanza.
  • Obiettivi a termine. Saper lavorare rispettando strette scadenze non è una competenza abitualmente utilizzata, ma è un’abilità trasferibile apprezzata in molte aziende.

Naturalmente vi sono altre competenze trasferibili oltre a queste, tutte quelle abilità che possono essere utili in diversi settori industriali. Cercale nella tua storia professionale e indicale nel CV.

Esempi di competenze professionali: competenze tecniche

Le competenze tecnico-professionali, molto più individuabili rispetto a quelle trasferibili, possono procurarti un lavoro presso un’azienda che ne ha necessità. Il rovescio della medaglia, in questo caso, è che difficilmente potrebbero essere utilizzate al di fuori del tuo attuale settore aziendale.

Ecco alcuni esempi di competenze tecnico-professionali:

  • Muratura. Anche se molte imprese di costruzioni necessitano di abili muratori, è improbabile che tu possa utilizzare queste capacità al di fuori del campo edile.
  • Infermieristica. Se sei un buon infermiere, hai certamente delle competenze trasferibili quali capacità organizzative e di presa in carico, ma l’essere infermiere in sé apre la strada solo ad un impiego nel campo sanitario.
  • Ingegneria meccanica. L’abilità di eseguire riparazioni meccaniche è una competenza tecnico professionale. Potrebbe essere trasferita in diversi settori, ma solo in ruoli simili, a meno che tu non abbia altre competenze trasferibili da offrire.
  • Contabilità. Un vasto campo di impiego, di cui molte società hanno grande necessità, è quello relativo alla tenuta dei libri contabili e a ruoli amministrativi. Tuttavia ciò restringe il campo ad alcuni determinati settori di attività.

Considera che ci sono tante competenze tecnico-professionali quanti sono i lavori, ma non devi pensarle come limitanti rispetto alle tue possibilità d’impiego. Se ti senti carente rispetto alle tue abilità professionali e hai difficoltà a esplorare nuove aree lavorative, cerca di acquisirne altre, magari iscrivendoti a un corso di formazione.

Ricorda che molte abilità tecnico-professionali ne implicano altre trasferibili per cui è sempre opportuno menzionarle. Aggiungi nella sezione formativa del tuo CV qualsiasi corso o qualifica attinente alle tue competenze professionali.

Esempi di competenze professionali: competenze adattive

Ideali per il tuo CV personale o da introdurre nella tua lettera di presentazione, le abilità adattive possono anche essere elencate tra le tue competenze lavorative. Mentre le scrivi, pensa al tipo di personalità con cui ti stai presentando.

Ecco alcune competenze-chiave da prendere in considerazione:

  • Lavoro di gruppo. Non tutti sanno lavorare in un team, ma il gioco di squadra è una di quelle competenze adattive richieste da moltissimi datori di lavoro.
  • Lealtà. Hai mantenuto lo stesso impiego a lungo nel bene e nel male? Questa è sicuramente una competenza adattiva da menzionare nel tuo CV.
  • Ottimismo. Se tu sei quel tipo di persona che vede sempre il bicchiere mezzo pieno, è sicuramente una dote da sottolineare. I datori di lavoro tendono a favorire le persone ottimiste e positive.
  • Creatività. Alcuni impieghi reclamano persone dotate di creatività. Per cui se hai qualche genere di talento, beh queste abilità possono testimoniare la tua vena creativa.
  • Capacità di adattamento. Essere flessibili è una necessità in ogni ambiente di lavoro, ma alcuni sono più abili di altri e questo aspetto non va sottovalutato.
  • Tenacia. Prendersi carico dei problemi ed elaborarli fino alla soluzione finale è una capacità richiesta in molte società. Se hai fatto questa esperienza nella tua carriera, includila nel tuo CV.

Sebbene queste competenze adattive possono sembrare meno importanti poiché non strettamente correlate al lavoro per cui desideri candidarti, spesso sono utili per differenziarsi dagli altri. Non sottovalutare l’importanza del mix di competenze che ti rende unico e originale. Sii orgoglioso delle capacità acquisite e guarda ad esse, ad ognuna di esse, come un’occasione per fare carriera.